Caratteristiche e Tipologie

Tipologie di Alesatori

Esistono numerose tipologie di alesatori, ma la distinzione primaria va fatta tra alesatori a mano e quelli per macchinari industriali.

Gli alesatori a mano presentano una forma peculiare proprio a causa del tipo di impiego, questi strumenti sono contraddistinti dalla parte iniziale pił lunga, in modo da facilitare l'inizio dell'attivitą, riuscendo dunque a permettere un'entrata fluida nel foro, senza rischi di rottura o imprecisione. Le loro lame possono essere di due tipi: dritte o a spirale.

Gli alesatori per macchinari industriali hanno invece un corpo pił corto e la parte iniziale ridotta, di fatti le alesatrici o le fresatrici, le due macchine che impiegano questo strumento, garantiscono la massima precisione nell'individuare il foro da allargare. Le lame in questo caso sono sempre spiraliformi, in modo da permettere alle numerose polveri accumulate di essere rimosse con facilitą.

A seconda poi delle caratteristiche delle lame, potranno essere distinte:

- Alesatori a rosa, con lame di grandi dimensioni, utilizzati per allergare inizialmente il foro, che verrą successivamente rifinito con precisione.

- Alesatori conici, che si distinguono in due sottocategorie aggiuntive, di precisione e non, che vengono utilizzati per allargare fori dal diametro variabile.

- Alesatori a conchiglia, caratterizzati dalla presenza di lame su tutto il corpo dello strumento, che vengono utilizzati per lavorare cuscinetti a sfere ed ingranaggi.